I buoni risultati di SAP (e i nuovi obiettivi) in un contesto sfidante.

I ricavi complessivi che sfiorano i 25 miliardi di euro per l’intero anno 2018 hanno superato le stime. Ambiziosi obiettivi di crescita caratterizzano le previsioni da qui al 2023, in cloud SAP deve fare meglio.

Sono oltre le previsioni i numeri dei risultati finanziari di SAP, per dare un’idea e portando un esempio su tutti, i nuovi ordini nel quarto trimestre del 2018 sono cresciuti del 18 percento e hanno consentito a SAP di superare il valore totale per l’intero anno a 10 miliardi di euro.

I nuovi ordini Cloud, in crescita, valgono però ancora solo 1,81 miliardi di euro. SAP ha fatto bene e tanto, complessivamente naviga in acque tranquille, ma sono proprio qui le sfide più imminenti da raccogliere per tenere il confronto con competitor agguerriti che collezionano una percentuale maggiore di ordini in cloud.

I ‘nativi’ in cloud stanno sfruttando ora tutto il loro vantaggio competitivo, per questo a nostro avviso potrebbe non bastare a SAP l’aumento del 30 percento di cloud subscription (e backlog support) per un valore complessivo di 10 miliardi di euro. Altri segnali dell’esigenza di aggiustare il tiro arrivano con l’annuncio delle ‘ristrutturazione’ con tagli che dovrebbero consentire di partire da subito nell’anno nuovo con forze fresche, ma che avranno anche costi significativi.

I nuovi ordinativi per licenze software e cloud hanno superato i 10 miliardi di euro con una crescita del 14 percento, mentre i ricavi da cloud e software sono stati pari a 20,62 miliardi di euro (IFRS) o 21,58 miliardi di euro (non IFRS a valute costanti), superando le stime per l’intero anno (21,15 miliardi di euro a 21,35 miliardi di euro non a cambi costanti).

I ricavi complessivi sono stati di 24,71 miliardi di euro (IFRS) superando la previsione sull’intero anno (considerando i ricavi non IFRS vicini ai 26 miliardi di euro). 5,71 miliardi di euro l’utile operativo.

 

 

I nuovi obietti di SAP

Iniziamo dalle previsioni più imminenti. Sfruttando l’acquisizione di Qualtrics, oramai conclusa, SAP in un certo senso sembra raccogliere la nostra sollecitazione iniziale e prevede che i ricavi derivanti dal cloud subscription non IFRS e dal supporto sono previsti tra i 6,7 e i  7,0 miliardi di euro a valute costanti (2018: € 5,03 miliardi), con un aumento del 33 percento – 39 percento a valute costanti, con un ulteriore incremento degli utili operativi vicini agli 8 miliardi.

Guardando oltre il 2019, SAP sta rivedendo le previsioni per il 2020 che aveva rilasciato a luglio 2018.

Questo aggiornamento riflette la costante e rapida crescita della Società nel cloud, la fase positiva del cloud e del software e la crescita del margine operativo, nonché l’acquisizione di Qualtrics. L’azienda prevede di rilasciare gli obiettivi anche per il 2023. Tutti i numeri sono basati sulle valute 2018.

Per gli anni a venire addirittura SAP punta ad arrivare a toccare i 9 miliardi di ricavi derivanti dal subscription cloud e supporto non-IFRS, nel 2020, con oltre 29 miliardi di ricavi totali (non-IFRS) e tra gli 8,5 e i 9 miliardi di profitto operativo e per il 2023, prevede inoltre di triplicare le entrate da sottoscrizioni cloud e supporto (rispetto al 2018 quando valevano 5,03 miliardi di euro). Nel 2023 il fatturato totale dell’azienda dovrebbe valere, secondo le previsioni, oltre 35 miliardi di euro non IFRS.

 

Autore: silicon.it/enterprise