Cosa vuol dire implementare SAP Leonardo?

Pregis ha implementato la tecnologia IoT di Leonardo per migliorare il servizio clienti e garantire che le sue macchine funzionino in modo efficace, ma ha incontrato alcune sfide lungo il percorso.

Per mantenere le macchine in funzione 24 ore su 24 nei siti dei clienti, Pregis Corp., un’azienda produttrice di packaging a Deerfield, Illinois, si è rivolta alla tecnologia IoT di SAP Leonardo per fornire il supporto digitale 24/7 necessario per monitorare e analizzare le sue macchine. Leonardo offre un monitoraggio e un controllo eccellenti tramite le sue funzionalità IoT e ha funzionato con Pregis, ma non prima che l’azienda affrontasse le sfide legate alla scelta dell’hardware giusto, all’implementazione della piattaforma su sistemi precedenti e alla modifica del processo di fatturazione e vendita per i clienti.

La tecnologia IoT di SAP Leonardo aiuta Pregis – che fornisce le macchine in loco che confezionano gli ordini dei clienti, oltre a produrre prodotti di imballaggio – evita fermi macchina, portando a una maggiore soddisfazione dei clienti, secondo Jeff Mueller, vicepresidente e CIO di Pregis .

“Guadagniamo denaro quando le macchine sono in funzione, quindi ovviamente desideriamo che funzionino 24 ore su 24, 7 giorni su 7, non in attesa di un tecnico sul campo”, ha affermato.

Per raggiungere il suo obiettivo, Pregis doveva assicurarsi che stessero raccogliendo tempestivamente i dati giusti dalle macchine in modo da poter prendere le migliori decisioni per il business.

“Oggi siamo reattivi, [ma] ci stiamo muovendo verso la prevenzione”, ha detto Mueller. “Il prossimo passo sarà cercare le tendenze nei dati per essere proattivi. Abbiamo avuto cumuli di dati, ma non abbiamo fatto nulla con esso e non abbiamo raccolto il giusto tipo di dati. La raccolta non è stata tempestiva, quindi eravamo ricchi di dati e poveri di decisioni “.

Pregis ha inoltre implementato SAP Connected Goods, un prodotto IoT basato su cloud, con il supporto di SAP Analytics Cloud e SAP Leonardo Edge Services, un prodotto che espande le capacità di SAP Leonardo IoT Edge per aiutare a gestire le macchine dotate di sensore che la società gestisce nei centri di distribuzione dei clienti.

Ora, dotati di tablet e sensori speciali, queste macchine possono raccogliere e trasmettere dati che Pregis può utilizzare per mantenere gli strumenti in esecuzione senza interruzioni, nonché per automatizzare il servizio sul campo e assicurare che l’inventario di un’azienda venga reintegrato in modo tempestivo.

Queste tecnologie consentono inoltre ai clienti di fornire le materie prime necessarie per creare imballaggi e consentono ai tecnici di risolvere i problemi meccanici prima che diventino problemi, secondo un caso di studio.

Pregis ha fornito una dimostrazione del concetto sulla tecnologia cloud Microsoft Azure a novembre e dicembre 2017 e, a gennaio e febbraio 2018, ha gestito un progetto pilota in Leonardo.

“Abbiamo effettuato una rapida configurazione di sei settimane, e questo tipo di passaggio era sulla piattaforma Leonardo”, ha detto Mueller.

La prima ondata di clienti ha effettuato l’accesso a novembre.

“In questo momento, il numero di clienti è ancora basso – circa 20”, ha detto Mueller. “Ma oltre il primo trimestre del 2019, saliremo a 100. E in Q2, arriveremo a 500. Alla fine dell’anno, vogliamo avere circa 2.000 sistemi attivi”.

 

Affrontare le sfide quando si implementa SAP Leonardo

Durante l’implementazione di SAP Leonardo, Pregis ha incontrato alcune sfide su tre fronti: tecnologia, processi e, soprattutto, persone, ha detto Mueller.

Da un punto di vista tecnologico, il pilota e il setup erano abbastanza semplici.

“Siamo più di un negozio incentrato su SAP”, ha detto Mueller. “Ci siamo spostati su Leonardo e SAP per l’integrazione e per essere più strettamente collegati al nostro ambiente di back-office SAP e al nostro ambiente CRM, ma abbiamo avuto alcune sfide perché eravamo i primi ad adottarlo.”

Inizialmente, è stato difficile scegliere l’hardware giusto e collegarsi con l’hardware per Edge Services, ha detto Mueller.

“Disponiamo di hardware Edge in alcuni distributori e abbiamo Edge Services e abbiamo anche una connessione Wi-Fi”, ha detto Mueller. “Quindi abbiamo dovuto lavorare sugli aspetti tecnici di quattro diversi tipi di connessioni, invece di accenderlo e funziona, ma ora funziona”.

Una delle altre sfide tecniche riguardava i sistemi legacy di Pregis.

“Molti dei nostri modelli [macchine] più vecchi hanno compresse di fascia bassa ad essi collegate, ed era davvero la tecnologia [più vecchia] sulle nostre macchine”, ha affermato. “Quindi abbiamo dovuto passare e aggiornare i tablet e il diverso hardware su quei sistemi per essere in grado di sfruttare Leonardo e la piattaforma.”

Dal punto di vista del processo, Pregis è entrato nel suo progetto con l’obiettivo di cambiare il suo modello di fatturato per addebitare ai clienti tariffe mensili per i suoi servizi.

“Avevamo programmato di lavorare con i nostri clienti attraverso questo front end”, ha detto Mueller. “Quello che è successo è che non abbiamo ottenuto il nostro team commerciale prima del cambiamento tecnico”.

 

La comunicazione è la chiave

La lezione appresa da Pregis è stata che avrebbe dovuto collaborare più strettamente con i suoi clienti per posizionare la modifica del prezzo come vantaggiosa.

“Poi avremmo cambiato la nostra fatturazione e il nostro processo di vendita per poterlo usare come uno strumento di vendita sul front-end, cosa che stiamo facendo ora”, ha detto Mueller. “Ma ora sono passati sei mesi che stiamo abbracciando il lato commerciale delle cose”.

La più grande lezione che l’azienda ha imparato è stata che il business della società avrebbe dovuto essere coinvolto nel progetto fin dall’inizio. La trasformazione è iniziata come un progetto IT e tecnicamente guidato, ha detto Mueller. Tuttavia, la società non ha avuto successo finché il team aziendale non ha partecipato a una sessione con SAP per comprendere gli obiettivi del progetto.

“Avevamo capito la tecnologia”, ha detto. “Ma dal punto di vista delle persone, dovevamo davvero convincere il nostro team aziendale a possederlo e a volerlo, invece di dire” Ehi, questa è una tecnologia interessante “dal punto di vista dell’IT”.

In molti casi, l’implementazione di SAP Leonardo è impegnativa perché è più un cambiamento che le organizzazioni devono affrontare, ha affermato Eric Kimberling, CEO e fondatore del Third Stage Consulting Group di Denver.

“Ad esempio, osservare come [AI] o l’apprendimento automatico possono aiutare a migliorare i processi aziendali è un cambiamento piuttosto drastico per un’azienda che ha predetto e previsto la domanda sullo stesso foglio di calcolo negli ultimi 20 anni”, ha affermato.

Tuttavia, questo non è tanto il caso dal punto di vista tecnico, perché anche se la tecnologia si sta evolvendo, è più stabile delle persone e dei processi.

“Ad esempio, se parliamo di apprendimento automatico e [AI] nell’esempio di previsione della domanda, la tecnologia funziona normalmente”, ha affermato Kimberling.

La difficoltà per le organizzazioni è capire come ottenere i processi di business e le persone allineate con la nuova tecnologia.

“Il cambiamento è sempre difficile per le organizzazioni, specialmente quando parli di alcune tecnologie con Leonardo perché è solo un così grande cambiamento”, ha affermato.

 

Altre società che affrontano sfide diverse

Una società di telecomunicazioni internazionale con sede a Bruxelles, Proximus Group stava lottando con una mancanza di visibilità sulle bobine di rame e fibra utilizzate per costruire e modernizzare la sua vasta infrastruttura di rete.

Dopo che le bobine erano state inviate ad appaltatori e subappaltatori in più di 7.000 siti, il dipartimento logistico non aveva informazioni precise su dove erano posizionate le bobine o sulla quantità di cavo utilizzata, secondo Hans Schurmans, direttore delle operazioni logistiche e trasformazione a Proximus. Inoltre, gli appaltatori hanno spesso restituito le bobine in ritardo, con conseguenti maggiori costi di inventario, multe tardive e potenziali ritardi del progetto.

Per risolvere questi problemi, Proximus ha lavorato con SAP e un partner di implementazione, Ordina. Insieme, hanno sviluppato un’applicazione intelligente basata su sensori che utilizza la rete Ioxim di Proximus per monitorare in modo efficiente questi avvolgicavo dal magazzino ai siti di installazione.

La tecnologia SAP Leonardo IoT è una parte centrale di questa applicazione, che è integrata con i sistemi di back-end di Proximus, dando alla società visibilità nel suo stock decentralizzato, ha detto Schurmans. Il progetto, iniziato all’inizio del 2018, è andato in onda nella seconda metà di quell’anno.

Il processo di implementazione è iniziato con workshop di scoperta tenuti da Ordina a cui hanno preso parte diverse parti interessate, tra cui rappresentanti del settore commerciale e del dipartimento di rete, in quanto erano loro a consumare i cavi nella rete, ha affermato Bart Karel Degroote, servizio e applicazione IT manager presso Proximus.

“Non è un manager da qualche parte a una scrivania che ha inventato l’idea – l’idea di base è venuta dal campo”, ha detto Schurmans. “Quindi hai il buy-in da parte dell’utente fin dall’inizio, quindi è più facile per la gestione delle modifiche.”

Anche se l’adozione da parte degli utenti non è stata un problema perché l’idea dell’applicazione è arrivata dal campo, ci sono state sfide con la tecnologia.

“Ci sono state sfide perché questa è piuttosto una nuova tecnologia”, ha detto Degroote. “Leonardo è un tipo di suite che ha diverse tecnologie, diversi moduli e diverse possibilità di implementazione e abbiamo dovuto prendere le giuste decisioni su quali soluzioni implementare, quindi abbiamo provato tutti i tipi di cose e abbiamo selezionato il database SAP HANA per dati di back-end. “

Per quanto riguarda l’integrazione, Degroote ha dichiarato che alcuni dei plug-in erano già disponibili, ma che l’azienda ha dovuto perfezionare gli altri con l’aiuto del team di sviluppo prodotto di SAP per farli funzionare.

 

Autore: search.sap.techtarget.com