Agile Project Management

Negli ultimi anni si è fatto strada un nuovo metodo di project management, che aiuta a rendere più leggera la gestione del proprio business, soprattutto in ambienti caotici e caratterizzati da un’alta competizione. Si tratta della metodologia Agile Project Management, un approccio innovativo che coniuga rigore e velocità, per una gestione dei progetti efficiente ed efficace. Scopriamola nel dettaglio e vediamo quali sono le caratteristiche che deve avere un manager per gestire al meglio un team di progetto che applica la metodologia Agile.

Cos’è la metodologia Agile

Si tratta di una modalità di gestione progetti basata su uno sviluppo iterativo e incrementale, grazie alla gestione dei progetti in piccoli pacchetti di lavoro. L’obiettivo è quello di apportare valore al proprio business, grazie alle frequenti consegne di prodotto. La metodologia Agile è l’ideale quando non si conoscono sin dall’inizio le caratteristiche del prodotto finale, e si ha quindi l’esigenza di fare cambiamenti frequenti in corso d’opera. I progetti Agile sono studiati per rispondere in modo veloce a problemi e cambiamenti, rispettando il budget e risparmiando sulle risorse.

Le competenze del leader Agile

Alcune delle soft skills che un buon project manager in ambiente agile dovrebbe avere sono:

– Problem Solving, per individuare velocemente le migliori soluzioni ai problemi che possono sorgere durante i lavori;
– Ability to Adapt, cioè sapersi adattare e integrare nell’ambiente, anche in corso d’opera;
– Self-leadership, perché prima di essere un buon leader per gli altri bisogna saper essere leader di se stesso;
– Active Listening Skills, cioè saper ascoltare il prossimo, rimanendo calmi e partecipando attivamente;
– Support Team to Self-Organize, cioè saper supportare la propria squadra di lavoro nel momento in cui perde l’orientamento verso l’obiettivo finale;
– Ability to Motivate Teams, perché saper motivare la propria squadra è fondamentale per essere un buon leader;
– Trustworthy, perché un buon manager deve avere piena consapevolezza del proprio valore e delle proprie capacità per poter trasmettere fiducia al team di lavoro.

Differenze tra Project Management tradizionale e Project Management Agile

La metodologia Agile è molto diversa dalla gestione tradizionale dei progetti. Innanzitutto, mette al centro la soddisfazione del cliente e l’interazione con esso, piuttosto che il prodotto, dando maggiore rilievo alle scadenze temporali del cliente piuttosto che alla negoziazione per una data di rilascio del progetto. In secondo luogo, l’elaborazione del progetto è progressiva e segue una pianificazione dinamica, piuttosto che una pianificazione rigida a monte, con la capacità di avere una risposta adattiva al cambiamento nel corso dei lavori. Infine, un’altra differenza eclatante è che un team agile non è controllato dall’alto, ma si basa sulla collaborazione di gruppi auto organizzati e auto disciplinati.

Conclusioni

Quando si opera in contesti molto dinamici, anche se di piccole dimensioni, l’Agile Project Management è la soluzione migliore per riuscire a gestire i progetti in modo efficace. Consente di offrire al cliente un servizio di maggior valore, grazie alle pianificazioni adattive, i feedback rapidi, l’interazione continua, la collaborazione tra le persone e il miglioramento continuo.

 

Fonti
– https://www.digital4.biz/hr/agile-project-management-soft-skill/
– https://www.pmi.it/impresa/business-e-project-management/articolo/1755/agile-project-management.html